Attività Formativa

750° ANNIVERSARIO DELLA NASCITA DI CECCO D’ASCOLI

Nuove interviste su Cecco d’Ascoli

L’Istituto Superiore di Studi Medievali Cecco d’Ascoli ha inteso, in coordinamento con l’Amministrazione Comunale della città di Ascoli Piceno – Assessorato Cultura, promuovere, nel corso dell’anno 2019, in occasione del 750° anniversario della nascita di Cecco d’Ascoli, varie conferenze e manifestazioni mediante il progetto “Ascoli celebra Cecco”, con l’intento di focalizzare in maniera particolarmente pregnante e rilevante, la conoscenza del personaggio Cecco d’Ascoli, sottolineando, in tal modo, anche il legame tra l’Istituto e il suo eponimo (quale poeta, medico, docente accademico, nonché indagatore di una scienza magica e sperimentale che si misurava con la cosmologia, il mondo della natura, l’astrologia, l’arte sanitaria e la simbologia).

Pertanto l’Istituto Superiore di Studi Medievali Cecco d’Ascoli, ha attivato la  collaborazione con il Direttore scientifico e membro della Giuria-Comitato Scientifico del Premio Internazionale Ascoli Piceno, prof. Roberto Lambertini, per l’elaborazione, tra le altre manifestazioni, del Ciclo di Incontri “ Nuove interviste su Cecco d’Ascoli” ed offrire, oltre alla ri-contestualizzazione storico-politico-filosofico-religioso-culturale, anche la doverosa opportunità di attualizzazione del tormentato ed enigmatico personaggio Cecco, “protagonista della cultura trecentesca e del travaglio di quel secolo”.

Ente Organizzatore: ISSM Cecco d’Ascoli
Direttore scientifico, prof. Roberto Lambertini, ordinario di Storia medievale all’Università di Macerata

patrocini:
Dipartimento di Studi Umanistici dell’ Università di Macerata;
Istituto per la Storia dell’Università di Bologna

Per concessione del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Macerata, è attribuito 1CFU agli studenti di Lettere e Storia che presenzieranno alle tre interviste su Cecco e che produrranno una relazione da consegnare, via mail, al Direttore scientifico, prof. Roberto Lambertini (roberto.lambertini@unimc.it)

La caratteristica del progetto è di invitare ad Ascoli Piceno, in occasione del 750° della nascita di Francesco Stabili, studiosi specialisti accreditati nel mondo accademico, per affrontare, sulla base dello stato delle ricerche più aggiornate, alcuni aspetti-chiave della figura poliedrica del medico, poeta e filosofo ascolano. Si propone di adottare la forma dell’intervista per facilitare la fruizione e la partecipazione da parte del pubblico. Per il ruolo di intervistatori si propongono figure competenti, in grado di  preparare e intessere con l’intervistato un dialogo costruttivo e stimolante per la platea.

1 Marzo  – 17.30 –  “ Centro Giovanile  l’Impronta” piazza Bonfine

Introduzione – Roberto Lambertini – Università di Macerata, Direttore scientifico

“Medicus sine stellis…” Cecco magister a Bologna:
Relatore prof. Andrea Tabarroni, ordinario Storia della filosofia presso l’Università di Udine
Intervistatore: dott. Furio Cappelli, dottore di ricerca in Storia dell’Arte, pubblicista, editore, collaboratore della rivista Medioevo.

29 Marzo  – 17.30 – Sala Cola dell’Amatrice, Chiostro di San Francesco
Cecco entro e oltre la Commedia:
Relatrice dott. Sara Ferrilli, ricercatrice presso il Romanistisches Seminar  dell’Università di Zurigo
Intervistatrice: dott. Laura Calvaresi, dottoranda di ricerca in Italian Studies, Università Ca’ Foscari, Venezia

5 Aprile   – 17.30 –  “ Centro Giovanile  l’Impronta” piazza Bonfine
Cecco e l’Inquisizione:
relatore dott. Riccardo Parmeggiani, ricercatore di Storia medievale presso l’Università di Bologna. Socio dell’Istituto per la Storia dell’Università di Bologna.
Intervistatore: Dott. Luca Marcelli, dottore di ricerca in Storia del Cristianesimo e delle Chiese.

NUOVE INTERVISTE SU CECCO D’ASCOLI

L’Istituto Superiore di Studi Medievali “Cecco d’Ascoli”, ex DPCM dell’11 marzo 2020, per venire incontro alle esigenze della gentile utenza, ha inteso continuare ad operare da postazioni di lavoro da remoto.

Si fa presente, inoltre, che i dipendenti sono a vostra disposizione per ogni richiesta o chiarimento inviando una e-mail alle caselle postali elettroniche inserite nella sezione Contatti