Il Medioevo degli esclusi e degli emarginati. Tra rifiuto e solidarietà.

Home / Il Medioevo degli esclusi e degli emarginati. Tra rifiuto e solidarietà.

La marginalità sociale, nelle sue diverse accezioni, rappresenta un problema non di poco conto con cui deve confrontarsi il mondo contemporaneo. Il fenomeno dell’immigrazione dai paesi poveri a quelli più sviluppati determina fenomeni di rifiuto ma anche comportamenti solidali, in un quadro comunque di processi di integrazione non facili. Altrettanto si può dire di quelle popolazioni abituate da tempo a forme di mobilità continua. Vi è poi una marginalità sociale che si rapporta a mestieri che vengono rifiutati perché considerati inferiori, o a condizioni personali che impediscono una piena integrazione nella società. Per non dire infine della marginalità religiosa che si è affacciata prepotentemente alla ribalta internazionale in questi ultimi anni. È un problema del presente con cui, mutatis mutandis, si sono confrontate le società del passato, in particolare nei secoli finali del Medioevo. Per questo appare interessante riflettere su questi fenomeni e interrogarsi sulle risposte che allora furono date. Oggetto del convegno, che raccoglie alcuni dei maggiori specialisti a livello internazionale, sono dunque gli immigrati poveri, o comunque di bassa condizione (slavi, albanesi, còrsi, ma anche tedeschi); quanti (zingari, vagabondi, ecc.) rifiutavano di legarsi a una residenza stabile; le persone malate o comunque inabili al lavoro per menomazioni fisiche o per situazioni congiunturali; i mestieri ritenuti inferiori, sia nelle città che nelle campagne; infine gli ebrei, gli esclusi per eccellenza nella società cristiana. Lo studio del passato può servire ancora una volta a farci capire meglio i problemi del presente.

Giovedì 3 dicembre

Sala della Ragione

ANTEPRIMA AL PREMIO

ore 17.00 Saluti del Sindaco di Ascoli Piceno GUIDO CASTELLI

Omaggio a Giannino Gagliardi storico ascolano

Luigi MORGANTI

Presidente Istituto Superiore di Studi Medievali “Cecco d’Ascoli”

Antonio RIGON

Presidente del Premio Internazionale Ascoli Piceno

Stefano PAPETTI

Presentazione del volume “Cola dell’Amatrice, percorso biografico e artistico” di Giannino Gagliardi

Venerdì 4 dicembre

Sala della Ragione

Ore 9.30 Antonio RIGON Presidente Comitato scientifico /Giuria PremioParole di saluto

10.00 Elizabeth CROUZET-PAVAN (Università Paris IV – Sorbonne)

Gente dei margini, genti ai margini: i suggerimenti della metropoli veneziana

10.30 Franco FRANCESCHI (Università di Siena)

Scardassieri o più vili uomini…». Marginalità e salariato urbano

11.30 Giuliano PINTO (Università di Firenze)

La marginalità rurale

16.00 Beatrice DEL BO (Università degli Studi di Milano)

Forme di solidarietà tra gli immigrati

16.30 Olimpia GOBBI (Rivista “Proposte e Ricerche”)

Gli immigrati stranieri ad Ascoli e nei centri delle Marca meridionale

17.30 Cedric QUERTIER (École française de Rome)

I vagabondi: verso la criminalizzazione della mobilità infamante

18.00 Maria Clara ROSSI (Università di Verona)

I lebbrosi: fra esclusione e solidarietà

Sabato 5 dicembre

Ore 9.30 Marina GAZZINI (Università di Parma)

Periferie esistenziali. I carcerati tra misericordia e giustizia

10.00 Gian Maria VARANINI (Università di Verona)

I poveri vergognosi

11.00 Silvia CARRARO (Università di Verona)

“Non ha utilità adguna”. Esclusione e inclusione dei disabili nel tardo medioevo.

11.30 Diego QUAGLIONI (Università di Trento)

Gli ebrei

12.00 Giuliano PINTO

Presentazione del volume “I “Da Camerino”: una famiglia ebraica italiana fra Trecento e Cinquecento”

di Mafalda Toniazzi – Targa Vito Fumagalli 2013

Ore 17.00 Antonio D’Isidoro (Comitato scientifico/Giuria del Premio Internazionale Ascoli Piceno)

Presentazione del volume

Comunicare nel Medioevo. La conoscenza e l’uso delle lingue nei secoli XII-XV

(Atti del Convegno 2013)

17.45 Assegnazione “Targa Gianni Forlini”, “Targa Vito Fumagalli” e “Menzione della Giuria”

18.45 Conferimento del Premio Speciale 2015

all’Istituto Suore Pie Operaie dell’Immacolata Concezione

PREMIATI XXVII EDIZIONE (2015)

Premio speciale della Giuria all’ISTITUTO SUORE PIE OPERAIE DELLA IMMACOLATA CONCEZIONE

Targa GIANNI FORLINI al volume CROCI DIPINTE NELLE MARCHE a cura di MARIA GIANNATIEMPO LOPEZ e GIOVANNI VENTURI

MENZIONE della GIURIA a FRANCO ZENOBI per il volume MEMORIE ASCOLANE

Targa VITO FUMAGALLI ex aequo alle tesi di dottorato LA PITTURA NELLE MARCHE MERIDIONALI TRA XII E XII SECOLO a cura di MARCO D’ATTANASIO, CECCO D’ASCOLI INTELLETTUALE EUROPEO: PER LA BIBLIOTECA VOLGARE DE L’ACERBA a cura di SARA FERRILLI e GUBBIO NEL TRECENTO. SOCIETA’ E ISTITUZIONI DALL’APOGEO DEL COMUNE POPOLARE ALLA MUTAZIONE SIGNORILE (1300-1404) a cura di ALBERTO LUONGO

4° Incontro
Scritture della Memoria Cittadina
30 Novembre  ore 16:00 – 19:00


I catasti ascolani nei secoli XIV – XV come fonti socio-economiche
Laura Ciotti – Direttrice Archivio di Stato di Ascoli Piceno

informazioni per partecipare